coreBOS story – Febbraio 2016

Leggi l’originale in inglese, scritto da Joe Bordes, sul blog ufficiale del progetto.

24f84627e1fef2e29f92dbd53a07e82bf8234f57-february.png

La nascita del coreBOS Test Project, insieme ad un intero set di miglioramenti, features ed utilità per l’implementazione hanno reso molto produttivo il mese di San Valentino.

coreBOS Test Project

Questo mese vede la nascita del nostro test project di unità ed integrazione. Si tratta di un progetto che vive a lato di coreBOS come pietra miliare per la stabilità e come pilastro sul quale il progetto principale si regge solidamente.

Il progetto in sé è iniziato tardi, ma settimana dopo settimana e mese dopo mese vengono aggiunti nuovi test e continua a coprire sempre più aspetti di coreBOS mentre la filosofia del test entra nel modo di pensare dell’intero team.

Una volta conclusa la serie di blog post sui miglioramenti di coreBOS, ho in programma di iniziarne un’altra dedicata a tutti i progetti satellite di coreBOS: scriverò quindi un intero post su questo progetto.

Report

  • Supporto per i campi personalizzati in Document
  • Sistemazione dell’errore con i campi le cui etichette contengono il simbolo &(ancora!)

Editor del layout

Supporto per i campi Relation ed Image.

Dando un’occhiata a questo video per immaginivideo per immagini si può vedere come funzionano le immagini.

Le relazioni sono relativamente semplici, basta scegliere il modulo che si vuole essere in grado di selezionare e si otterrà un campo capture e la lista correlata corrispondente sul modulo.

ImageRelationField.png

Aggiunta di nuovi log di background per i processi di background

Gli sviluppatori che hanno passato un certo tempo lavorando con coreBOS sanno che il debug mode riempie i file log con troppe informazioni.

Di solito è più utile mandare in output il messaggio. Tutto questo rumore si intromette quando si ha uno di quei problemi difficili che sono difficili da localizzare. Per quel tipo di problemi si attiverebbe il debug log e si farebbero lavorare gli utenti per riprodurre il problema e si finirebbe per avere molte informazioni da esaminare minuziosamente. Per facilitare questo lavoro abbiamo aggiunto un altro file di debug log chiamato background log e lo usiamo principalmente per messaggi di logging dei workflow e task programmati che lavorano, beh, nel background 🙂

 

Si può usare questo log esattamente come si userebbe quello principale, con gli stessi livelli ed accessibilità. Il nome della variabile globale interna è $bglog

Workflow

  • Workflow_Send_Email_ToCCBCC: Se questa variabile è definita e contiene una lista di email separate da virgole, TUTTO il workfllow di email sarà inviato a questa lista.
  • Supporto migliore per gruppi
  • Supporto per le funzioni se in condizioni. Possiamo ora eseguire espressioni come questa:

cB

Mostrare il tipo di salvataggio 4 dal Workflow

Abbiamo aggiunto un nuovo tipo di display, che potrebbe essere chiamato aggiornabile di sola lettura.

E’ di sola lettura, come il display di tipo 3, ma a sua differenza è aggiornabile utilizzando il sistema di workflow.

Il caso d’uso è ovvio,è un campo che l’applicazione calcola automaticamente e non può quindi essere modificato dagli utenti, ma dev’essere riempito direttamente nel codice. Un display di tipo 3 non può essere aggiornato attraverso il sistema di workflow, dev’essere aggiornato direttamente nel database, quindi abbiamo creato il display di tipo 4 perché si comporti come quello di tipo 3 ma lasciando che il sistema di workflow lo aggiorni.

Lista dei tipi di display

Alcuni altri:

  • Formattazione corretta dell’oggetto dell’email su “rispondi” e “inoltra”
  • Tooltip ovunque
  • Webservice per l’invio al portale la password dell’email utente per il portale personalizzato
  • Webservice for sending portal user password email for customer portal
  • Supporto webform per i gruppi
  • Gli allegati ai documenti sono cancellati dal salvataggio fisico quando il cestino viene svuotato
  • Corretto il problema di paginazione con gli elenchi correlati
  • Migrazioni da vtigerCRM 6
  • Miglior calendario e supporto per ID correlati in QueryGenerator
  • Ordine alfabetico ovunque
  • Supporto per i campi di acquisizione su ogni tabella
  • Migliori installazioni dei valori predefiniti
  • Sincronizzazione di Google Calendar
  • Eliminazione di avvertenze, avvisi, restrizioni MySQL e pulizia del codice (questa è una costante mensile, ancora oggi).
  • Traduzione. Avvisi di allerta, eliminazione di codice inutilizzato, pulizia.

Grazie per aver letto!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s