coreBOS story: da marzo a giugno 2014

Sul blog ufficiale di coreBOS, Joe Bordes ha dato il via ad una serie di post dedicati a ripercorrere la storia di coreBOS CRM fin dai suoi albori.

Abbiamo piacere di proporre una traduzione del primo post (qui l’originale), che racconta dei primi mesi di lavoro su coreBOS e da cui si può iniziare a capire perché è un progetto davvero funzionale e innovativo.

DA MARZO A GIUGNO

Marzo-Giugno 2014: coreBOS 5.5

Dunque, cosa ho fatto durante i primi mesi di vita di coreBOS?

Beh, ero soprattutto nervoso, in attesa delle reazioni della community. Mi era stato chiesto centinaia di volte di portare avanti questo fork. Avevamo appena concluso un altro vtiger Europe day e tutti i partecipanti mi avevano parlato di “fork-are” il crm vtiger. In generale, ciò che avevo ottenuto erano freddezza e un’altra grande delusione dalla mia esperienza con vtiger crm. Pochissimi, dopo l’evento, restarono in contatto. Non fui solo ignorato, molti mi dissero che sbagliavo, che era una cosa stupida. Ovviamente, mi sentii malissimo. Ma c’era stato anche chi aveva supportato e incoraggiato la mia iniziativa. Devo ringraziare entrambi gli schieramenti. Il primo per avermi dato il coraggio per continuare, l’altro per avermi dato i motivi e il supporto per rendere realtà coreBOS.

Sviluppo

coreBOS è stato ideato all’inizio del 2014. Era già tardi e avrebbe dovuto essere fatto prima, ma credo che le cose accadano quando è il loro momento.

Abbiamo trascorso i primi mesi organizzando il progetto e abbiamo rilasciato un primo release ufficiale il 25 Marzo, iniziando dal codice base già esistente di vtiger CRM 5.4.

Da quel giorno fino all’inizio del Luglio 2014, la maggior parte del lavoro ha riguardato cose che vtiger crm avrebbe dovuto fare per anni, e così sarebbe stato se davvero vtiger fosse una compagnia “open”:

  • aggiustamenti alla sicurezza che erano già disponibili nella community
  • funzionalità di base che il nostro e altri team avevano già condiviso con vtiger crm ma che erano stati completamente ignorati (proprio come accade ancora nel 2017 ad esempio)
  • riempimento dell’indirizzo e-mail quando si invia un PDF
  • supporto di open office sulla funzione mail-merge
  • numeri negativi nei moduli di inventario
  • pagine per le liste correlate
  • molte correzioni delle traduzioni
  • campi personalizzati sui documenti

e molto altro.

Sul lato dello sviluppo

  • Abbiamo intensificato immensamente il web service con il supporto di moduli di inventario, documenti ed e-mail e anche una miriade di aggiustamenti e aggiunte per rendere facile la programmazione di programmi esterni, a quel punto erano questi gli obiettivi principali.
  • Più opzioni di importazione per la ricerca su campi correlati
  • Ristrutturazione dei pack per renderli più facili da mantenere
  • Supporto per PHP5.4
  • Piccoli miglioramenti dei “workflow”

Abbiamo lanciato coreBOS 5.5 il 30 Giugno

Qui è possibile consultare la lista completa dei cambiamenti.

Tutto questo lavoro necessario è adeguato al rumore di fondo che è una costante in coreBOS ancora oggi, e che è visibile in tutti i post.

Ogni settimana, ogni giorno coreBOS cambia!

C’è un movimento inarrestabile del codice, sia che aggiustiamo gli errori che individuiamo, che eliminiamo problemi di sicurezza o che semplicemente puliamo il codice per rendere più semplice lavorarci e mantenerlo, ma mentre tutto questo accade ci sono anche features di grande impatto che vengono inserite nell’applicazione: si tratta di quei progetti a lungo termine che necessitano di tempo e che vengono aggiunti solo quando sono pronti.

Nel primo periodo, quello a cui faccio riferimento in questo post, il cambiamento epocale è stato il nuovo modulo coreBOS Updater.

Per via dell’importanza di questa estensione (importanza che non ero in grado di comprendere in quel momento), dedicherò il prossimo post alla descrizione di coreBOS Updater: cos’è, come riesce a fare le sue magie e, spero, a trasmettere in modo completo il modo di mantenere l’installazione di coreBOS aggiornata.

A presto!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s