Full contact e vtiger

Ogni azienda possiede molte informazioni e tra queste una delle più importanti è una lista di contatti a cui è associato l’indirizzo e-mail con il quale ciascuno può accedere ai diversi servizi che la rete offre (non si tratta solo dei social network). Attualmente l’utilizzo delle e-mail rappresenta un fattore molto importante nei processi di comunicazione e consente alle aziende di avere contatto con clienti, fornitori e quant’altro. È importante quindi tenere sotto controllo questo tipo di informazioni e cercare se c’è la possibilità di connessione con i canali dei social media. A tal fine, esistono dei servizi che consentono di avere accesso a queste informazioni e offrono la possibilità di immagazzinarle, creando o aggiornando dei database aziendali. Vengono qui presentati due strumenti che consentono di creare informazioni di valore per le aziende: FullContact e vTiger CRM.
FullContact è un servizio che prende una parte delle informazioni di un contatto, come un indirizzo di posta elettronica, e le completa e migliora con l’aggiunta di informazioni quali il nome, la qualifica, e i profili dei social network (a cui questo contatto può essere registrato) e infine restituisce file di tipo XML, HTML o JSON.
L’API di FullContact è una RESTfull API: significa che è associata all’indirizzo e-mail di una persona e fornisce lo stesso tipo di informazioni che il servizio di FullContact fa quando esegue l’aggiornamento dei contatti. Le API possono essere usate per creare programmi che possono accedere ai dati FullContact, senza passare per la manualità di un operatore.
Nel caso in esame, il fatto di essere delle REST API permette di avere accesso al database nel quale sono contenute le informazioni (è quello dei social media con cui si vuole “comunicare”), interagire con lo stesso attraverso specifiche richieste e infine estrarre i dati che verranno rimandati in risposta all’utente che ne ha fatto richiesta. Utilizzando le API di FullContact, si possono trasformare i propri contatti (in particolare i Google Contacts che sono molto usati dai lavoratori e dalle aziende) in un Social CRM. Nel caso di cui a breve si discuterà, si vede come utilizzare le API di FullContact con informazioni relative ai contatti presenti nel database del software Vtiger. Ad ogni API viene assegnata automaticamente un API key, cioè una chiave che è usata per identificare e autorizzare le richieste in maniera univoca, associandola all’indirizzo e-mail (serve per selezionare i contatti presenti nella lista di un solo soggetto richiedente e può avere alcune limitazioni in base alla tipologia di servizio che si sceglie di usare). Per quanto riguarda i formati di output che l’API di FullContact può restituire, si individuano diverse tipologie:
XML: è l’acronimo di Extensible Markup Language. Indica un metalinguaggio di markup, cioè un linguaggio marcatore che definisce un meccanismo sintattico che consente di estendere o controllare il significato di altri linguaggi marcatori. A differenza del linguaggio HTML che definisce una grammatica per la descrizione e formattazione delle pagine Web, il linguaggio XML viene usato per creare nuovi linguaggi che servono per descrivere documenti strutturati con il quale è possibile definire dei tag propri a seconda delle esigenze dell’utilizzatore.
HTML: è l’acronimo di Hyper Text Markup Language. È un linguaggio di markup usato per descrivere le modalità di impaginazione, formattazione o visualizzazione grafica (layout) del contenuto, testuale e non, di una pagina Web attraverso tag di formattazione. È possibile inserire script (codici), oggetti e documenti esterni utilizzando le apposite tecniche di riconoscimento.
FullContacs, list view, vTiger CRMJSON: è l’acronimo di Javascript Object Notification. Anche questo è un formato utilizzato per lo scambio di dati in applicazioni client-server. A differenza del linguaggio XML non è un linguaggio di marcatura, bensì un formato di interscambio di dati.
Utilizzando una RESTfull API, è possibile associare a questa due tipologie di comandi: GET o POST. Il primo fornisce i dati pubblici per ciascun social network che l’API trova, associandoli per ognuno all’indirizzo e-mail del social network, mentre il comando POST fornisce le informazioni pubbliche visualizzandole in un elenco che è classificato per categoria (per esempio, per ciascun indirizzo, restituisce: prima l’elenco di tutti gli URL, poi le fotografie ecc. e non come prima in cui l’ordine dipendeva dal tipo di social network).
Vtiger CRM è un prodotto software che consente di distribuire sistemi CRM per l’azienda. È interessante il fatto che il software è open source.
Il software Vtiger, agevola il supporto alle funzioni di CRM rendendo il business automatizzato e in grado di seguire una vasta gamma di attività commerciali, in particolare quelle che trattano le relazioni con i clienti e le prospettive di vendita. Con un prodotto CRM le aziende possono rapidamente configurare un sistema di CRM per le loro attività legate ai clienti, e utilizzarlo per la gestione e la produttività delle vendite, marketing, customer service e funzioni di supporto.
Per sviluppare un sistema di CRM per le attività di un’azienda, si devono capire le funzioni e le funzionalità offerte dal software CRM, in modo da poter stabilire quali di queste possono essere utili e vanno inserite nel sistema.
Essendo un software open source, le funzionalità si possono aggiungere e rimuovere per rendere il prodotto funzionale ai propri obiettivi. Tenendo conto delle evoluzioni del mercato e delle nuove tendenze, sulla base delle idee fornite dal servizio FullContact, è stato possibile creare e aggiungere un modulo che è in grado di aggiornare il database di vTiger CRM con le informazioni provenienti dai social network.
Il modulo creato si chiama FullContacs ed è stato aggiunto alla list view di vTiger CRM per consentire di fare un’analisi sui contatti. Le fasi di lavoro del software prevedono l’estrazione dei dati dal Web, che viene svolta appoggiandosi al servizio FullContact che rilascia un file contenente le informazioni. Il file successivamente viene caricato in vTiger e  a questo punto è possibile eseguire l’analisi dei propri contatti utilizzando il comando aggiuntivo che è stato creato.
Il bottone è stato creato e aggiunto alla list view attraverso un codice scritto in PHP. Al suo interno è stato inserito il comando GET, che serve a prelevare gli indirizzi e-mail di contatto delle aziende/persone e vedere se l’indirizzo e-mail è corrispondente a quello utilizzato per le connessioni ad un social network.
Si possono scegliere le informazioni da visualizzare nascondendo quelle che in questo momento non risultano utili per le analisi dell’azienda. In questo modo le informazioni non verranno cancellate dal database e questo è importante, perché il mondo dei social network si evolve in continuazione e tenere le informazioni può essere significativo per le possibilità di contatto futuro dell’azienda (la possibilità di aggiornare il database in qualunque momento è uno dei grandi vantaggi che offre vTiger). In questo modo il database da normale CRM si è evoluto in social CRM: con un semplice click sull’icona si può accedere al social network e entrare in contatto col cliente.
Il lavoro presentato in questo articolo, vuole evidenziare il fatto che per un manager è importante non perdere il controllo delle relazioni con i propri clienti e dipendenti. Una forma di controllo che nella realtà attuale passa dalle forme di interazione e partecipazione connesse ai social media e in particolar modo all’interno dei social network. Il prendere atto di queste nuove forme di potere, rappresenta il primo passo verso scenari innovativi, aperti alle relazioni e alla collaborazione.
Un’azienda social, non è determinata dal numero di profili dei social network, ma dal fatto di saper sfruttare la cultura, le dinamiche e le tecnologie dei social media per coinvolgere in maniera “democratica” clienti e dipendenti nell’ottimizzazione dei processi di business aziendali, dal marketing alla comunicazione, alle vendite, all’assistenza e all’apertura all’innovazione.
Un’azienda social individua nella fiducia e nel riconoscimento da parte di coloro con i quali possiede le relazioni (a tutti i livelli), i fattori chiave per stabilire rapporti di lunga durata, quindi per raggiungere questo traguardo e creare valore aggiunto mantenendo attivo e funzionante il business di riferimento, è necessario rimuovere tutti gli ostacoli che impediscono a molte aziende di lavorare rimanendo al passo con le nuove tendenze del mercato. Per tale ragione, si può pensare alla soluzione FullContacts per avere un supporto nelle analisi e decisioni di alto livello imprenditoriale.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s